362 Marco Sperandio Articoli
9 aprile, 2019

Liscate, l'eccellenza impiantistica di Ambienthesis S.p.A.

Come dirigente del Gruppo Green Holding mi trovo oggi a ricoprire la carica di Direttore e Coordinatore tecnico di impianti di trattamento presso Ambienthesis S.p.A, azienda specializzata in bonifiche ambientali, trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti speciali, pericolosi e non. Si tratta di un'impresa che si occupa della gestione d'impianti di depurazione di acque civili ed industriali, e che fornisce il servizio di smaltimento di rifiuti liquidi industriali nel proprio impianto di Liscate o negli impianti partecipanti quali ad esempio quello della società Sud Milanese.

Il sito di Liscate, uno dei fiori all'occhiello del Gruppo, è composto dall'unità di ricezione e pre-trattamento dei rifiuti, dall'impianto chimico-fisico, da due linee di trattamento biologico che filtrano su sabbia e carbone attivo, e da una vasca di disinfezione finale.

Tutto l'impianto, poi, è gestito da un avanzato sistema di automazione che controlla in tempo reale i parametri impiantistici, idraulici e chimico-fisici in tutte le fasi del processo. Inoltre, il laboratorio chimico verifica le specificità dei liquami generati dall'iter operativo, fornendo allo stesso tempo un servizio di analisi e certificazione.[1]

Grazie a questo sistema, l'impianto di Liscate arriva tranquillamente a trattare 750 metri cubi al giorno di rifiuti speciali con liquidi pericolosi e non, raccolti esclusivamente attraverso autocisterne provenienti da insediamenti civili, artigianali e industriali.

Da poco approvato il bilancio del 2017 e il piano industriale per il triennio 2018-2020[2], si prevede quindi per Ambienthesis S.p.A. la possibilità di partecipare a bandi come quello appena aggiudicato per l’esecuzione di lavori di bonifica e messa in sicurezza permanente dell’area ex Cava Di Geregnano sita a Milano , che porterà alla società una quota di quasi 5 milioni di Euro[3]. Tutto questo è naturalmente in linea con la mission aziendale, che concepisce l'opera umana (in questo caso riferita al trattamento dei materiali di scarto) come perfettamente inseribile all'interno di un macrosistema ambientale.

La stessa nascita dell'azienda, d'altronde, avvenuta nel giugno del 2013 attraverso il mutamento della denominazione sociale da Sadi Servizi Industriali S.p.A. ad Ambienthesis S.p.A., lascia intendere come sia stata espressione della sintesi e della simbiosi tra uomo e natura[4].

Con questo esempio voglio quindi affermare che per ogni organizzazione è impossibile al giorno d'oggi non prevedere una visione olistica d'insieme che comprenda anche il rispetto e la salvaguardia del territorio, dell'ambiente ospitante. Proprio noi di Green Holding S.p.A, quindi, non possiamo non dettare la linea operando nel massimo dell'integrazione ambientale, per la sua protezione e per incentivare la continua innovazione tecnologica che ci ha permesso di essere riconosciuti come una realtà etica nel trattamento e nella riabilitazione del bene comune.